Il post.it

Pagina 234 di 337 PrimaPrima ... 134184224230231232233234235236237238244284334 ... UltimaUltima
Risultati da 6,991 a 7,020 di 10092

Discussione: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

  1. #6991

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da nivus56 Visualizza Messaggio
    Se la firma era diversa avreste giudicato in altro modo? Non sarà un grande climatologo, però la notizia che ha dato non mi sembra un falso.L'IPCC è forse una fonte di verità?
    L'unica cosa vera è che c'è una stasi termica in atmosfera ( non tanto misteriosa visto ENSO, PDO e attività solare...) conseguente ad un periodo di riscaldamento oltre il trend medio. http://tamino.wordpress.com/2013/09/21/double-standard/

  2. #6992

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da nivus56 Visualizza Messaggio
    Se la firma era diversa avreste giudicato in altro modo? Non sarà un grande climatologo, però la notizia che ha dato non mi sembra un falso.L'IPCC è forse una fonte di verità?
    la linea generale lo condivido, ma è un pò troppo enfatico ed eccessivo, e cmq non vedo nulla di nuovo in quel che si dice lì, i pro-IPCC risponderebbero che è in stallo ma "dovrebbe" scendere viste le forzanti in atto....

    cioè se la t sale va bene,
    se non sale non lo fa abbastanza
    se scende è un effetto paradossale, secondario, in realtà sale
    la caldofilia della "ggente" è di una banalità nauseante, così come è banale la freddofilia pecoreccia della maggior parte dei forumisti (confucio)

    http://forum.serenissimameteo.it/forum.php

  3. #6993

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Località
    Narni 240 m (loc. Narni Scalo 120 m) prov. Terni
    Messaggi
    22,190

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da nivus56 Visualizza Messaggio
    Se la firma era diversa avreste giudicato in altro modo? Non sarà un grande climatologo, però la notizia che ha dato non mi sembra un falso.L'IPCC è forse una fonte di verità?
    Questo modo di fare non lo condivido nemmeno io. Nel senso, giustamente, qualche pagina fa mi è stato detto di non delegittimare il lavoro di chi su queste cose studia da una vita. E sono stato d'accordo e ho rimarcato come non volessi minimamente delegittimare il lavoro altrui. E ora leggo ciò, nei confronti di un meteorologo che fa questo mestiere (e non dunque nei confronti di un semplice forumista). Avesse detto cose "allineate", avrebbe ottenuto lo stesso trattamento? Anche perchè ha detto cose, seppur in maniera enfatica, che sono sotto gli occhi di tutti.

  4. #6994
    L'avatar di rameca
    Data Registrazione
    Nov 2003
    Località
    URBANA estremo sudovest padovano
    Messaggi
    6,906

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    L'unica cosa vera è che c'è una stasi termica in atmosfera ( non tanto misteriosa visto ENSO, PDO e attività solare...) conseguente ad un periodo di riscaldamento oltre il trend medio. http://tamino.wordpress.com/2013/09/21/double-standard/
    la domanda resta sempre come mai non è stata messa in conto nel rapporto di qualche anno fa????...non condivido questo approccio di sposare la teoria dell'AGW perchè è la meno peggiore, secondo me c'è molta ottusità e supponenza tra questa cricca di climatologi
    Posseggo medie dal 1994/2013 leggere attentamente le avvertenze prima dell'uso

  5. #6995
    L'avatar di rameca
    Data Registrazione
    Nov 2003
    Località
    URBANA estremo sudovest padovano
    Messaggi
    6,906

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da nivus56 Visualizza Messaggio
    Molto interessante anche questa news:IPCC imbarazzato per la "stasi" termicaLe temperature non salgono più in modo significativo ormai da 17 anni. Si tratta di un duro colpo da digerire per gli uomini dell'IPCC, la commissione permanente dell'Onu che si occupa di studiare i cambiamenti climatici e l'impatto negativo sul clima delle attività antropiche. Ora che si avvicina la data di pubblicazione del famoso "bigino" di una ventina di pagine che riassume l'attività di revisione del primo volume del quinto report della commissione sul cambio climatico, c'è curiosità tra gli addetti ai lavori per come giustificheranno questa inopinata pausa nel processo di crescita delle temperature globali. Ammesso infatti, ma non concesso, che i loro calcoli fossero esatti, questa pausa nella crescita delle temperature, non avrebbe dovuto minimamente manifestarsi. Se questa era l'occasione per dare un segno tangibile di quanto l'uomo stia spingendo sull'acceleratore del cambio climatico, dati alla mano, non c'era peggior momento per pubblicare qualcosa che attribuire ulteriore autorevolezza a quella che resta tuttora una semplice teoria. Si parla addirittura di un escamotage per minimizzare quanto sta accadendo a livello termico: eliminando il 1998, anno troppo caldo, la curva della temperatura non darebbe di subire un tracollo agli occhi dell'opinione pubblica. In altre parole si teme un autogol, che verrebbe mascherato intervenendo sui dati, come del resto già successo. Naturalmente bleffare troppo non si può: già la famosa negazione nella famosa mazza da Hockey dell'optimum climatico medievale e della piccola era glaciale fu un fatto gravissimo, che non ha precedenti nella storia della confutazione scientifica, anche se vi è poi stata una correzione di rotta. Meno male che esistono gli scettici, meno male che la visione del mondo scientifico sull'argomento non è a senso unico. Alessio GROSSO
    Non so se le dietrologie di Grosso corrispondano al vero e voglio sperare di no....però questa critica ci sta tutta, dopo tutto si attacca una sorta di dogmatismo che si è fatto strada negli ultimi anni e che nella prova pratica si sta dimostrando approssimativo e suscettibile di revisione.
    In particolare trovo sacrosante le ultime righe...

    sia chiaro che chi parla di era glaciale è ancor più strampalata, ma è ancora un'idea che non ha dignità scientifica, diverso è l'approccio degli scettici da quello dei ''glacialisti'' o dai ''negazionisti'' e mi pare che spesso vengano confusi
    Posseggo medie dal 1994/2013 leggere attentamente le avvertenze prima dell'uso

  6. #6996

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Non credo che possiamo considerare le temperature satellitari corrette e quelle terrestri errate, ambedue le misurazioni sono probabilmente corrette, ma presentano limiti spaziali. Ne’abbiamo già discusso tante volte su queste pagine, l’Antartide è un continente, non la stazione meteo sotto casa, succedono tante cose di segno opposto, sia a livello termico che glaciologico. La parte orientale tende al raffreddamento mentre quella occidentale è in forte riscaldamento, vedere in questo una scarsa entità del fattore antropico del GW, mi sembra al quanto superficiale, soprattutto nel momento in cui anche scienziati scettici arrivano ad ammettere che circa la metà del gw è attribuibile alle attività antropiche

    L’emisfero australe e gli oceani meridionali sono in fase di riscaldamento
    http://journals.ametsoc.org/doi/abs/10.1175/JCLI4136.1
    http://rsta.royalsocietypublishing.o...1844/1657.full

    Riporto anche l'intervento di Pieluigi Randi:

    "Cresce solo il ghiaccio antartico marino (relativo a quel grafico); quello antartico continentale sta diminuendo a ad un ritmo preoccupante; e sono due sistemi ben diversi. Il primo cresce a causa di svariate forzanti che comunque sono note: una prima è rappresentata dalla diminuzione dell’ozono sopra l’Antartide stessa. Ciò ha causato un discreto raffreddamento della stratosfera che a sua volta innesca una intensificazione del jet-stream che circonda l'Antartide stessa. Venti più intensi (ovviamente l'anomalia si trasmette anche ai piani troposferici più bassi) tendono a spingere i ghiacci attorno al continente determinando zone di acque aperte conosciute come polynya, e più polynyas inducono una più elevata produzione di ghiaccio marino. Un altra forzante sembra sia rappresentata da modificazioni a carico della circolazione oceanica; infatti essa è caratterizzata da uno strato di acqua fredda vicina alla superficie ed uno strato più caldo in profondità. Le acque relativamente più calde che salgono in superficie fondono i ghiacci; nel contempo però l’aumento di temperatura dell’aria innesca un incremento delle precipitazioni. Se la forzante insiste le acque superficiali divengono un poco più dolci dando origine ad uno strato superficiale meno denso rispetto a quello più salato e più caldo sottostante. Si vengono così a creare stratificazioni che riducono il rimescolamento, e meno calore viene trasportato verso l’alto meno ghiaccio si viene a sciogliere.
    Ho sintetizzato all'osso.
    Quindi occorre scindere ghiaccio marino da ghiaccio continentale, perchè sono due sistemi diversi; uno segue il trend globale, l'altro sembra in controtendenza ma in realtà, alla luce degli studi, è il rovescio della stessa medaglia".
    Marco,
    ogni tanto però succede anche a te di non avere ragione.
    Diversi dati prestigiosi indicano che in Antartide non vi è stato alcuno aumento.
    Quindi andrei molto prudente nel dire che la T in Antartide è aumentata...

    Ecco UAH:

    Ecco RSS:


    Ecco HafCrut



    E infine stazioni
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  7. #6997

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Località
    Narni 240 m (loc. Narni Scalo 120 m) prov. Terni
    Messaggi
    22,190

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da rameca Visualizza Messaggio
    la domanda resta sempre come mai non è stata messa in conto nel rapporto di qualche anno fa????...non condivido questo approccio di sposare la teoria dell'AGW perchè è la meno peggiore, secondo me c'è molta ottusità e supponenza tra questa cricca di climatologi
    Citazione Originariamente Scritto da rameca Visualizza Messaggio
    Non so se le dietrologie di Grosso corrispondano al vero e voglio sperare di no....però questa critica ci sta tutta, dopo tutto si attacca una sorta di dogmatismo che si è fatto strada negli ultimi anni e che nella prova pratica si sta dimostrando approssimativo e suscettibile di revisione.
    In particolare trovo sacrosante le ultime righe...

    sia chiaro che chi parla di era glaciale è ancor più strampalata, ma è ancora un'idea che non ha dignità scientifica, diverso è l'approccio degli scettici da quello dei ''glacialisti'' o dai ''negazionisti'' e mi pare che spesso vengano confusi
    questo, a mio modestissimo parere, è l'approccio giusto alla questione. Perchè considerare dogmi cose che, si è dimostrato, dogmi non sono?
    Pare che l'IPCC sia dio in terra, comunque impossibilitato a sbagliare nè criticabile, a pena di essere tacciati per negazionisti. Ma, mi chiedo, negazionisti di cosa? Del riscaldamento? Perchè non è pura oggettività dire che da 15 anni non c'è alcun riscaldamento? E chi sarebbero a quel punto i negazionisti?
    Comunque non voglio scendere in inutili e sterili polemiche, perchè questo è un topic prezioso che va preservato. Ma, apportare qualche elemento "di disturbo" secondo me non può che far bene alla imposizione sic et simpliciter di una impostazione considerata intoccabile ormai da un bel po' d'anni (e che ha mostrato tutti i suoi limiti). Perchè quindi non dare ampio respiro alla discussione ed inglobare anche visioni nuove, che tuttavia, attualmente sembrano meglio rispondere agli interrogativi sul clima attuale?
    http://www.climatemonitor.it/?p=32962

  8. #6998

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    Questo modo di fare non lo condivido nemmeno io. Nel senso, giustamente, qualche pagina fa mi è stato detto di non delegittimare il lavoro di chi su queste cose studia da una vita. E sono stato d'accordo e ho rimarcato come non volessi minimamente delegittimare il lavoro altrui. E ora leggo ciò, nei confronti di un meteorologo che fa questo mestiere (e non dunque nei confronti di un semplice forumista). Avesse detto cose "allineate", avrebbe ottenuto lo stesso trattamento? Anche perchè ha detto cose, seppur in maniera enfatica, che sono sotto gli occhi di tutti.
    Giusto! Però bisogna dire che l'enfasi messa in campo dai pro AGW è stata sicuramente più accentuata (è un eufemismo) rispetto all'"enfasi" di Grosso!
    L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono.

  9. #6999

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    E scusate, come ce lo spieghiamo questo?

    Northern hemisphere weekly snow cover since January 2000 according to Rutgers University Global Snow Laboratory. The thin blue line is the weekly data, and the thick blue line is the running 53 week average (approximately 1 year). The horisontal red line is the 1972-2012 average. Last week shown: week 35 in 2013. Last figure update 9 September 2013.
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  10. #7000
    L'avatar di rameca
    Data Registrazione
    Nov 2003
    Località
    URBANA estremo sudovest padovano
    Messaggi
    6,906

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    questo, a mio modestissimo parere, è l'approccio giusto alla questione. Perchè considerare dogmi cose che, si è dimostrato, dogmi non sono?
    Pare che l'IPCC sia dio in terra, comunque impossibilitato a sbagliare nè criticabile, a pena di essere tacciati per negazionisti. Ma, mi chiedo, negazionisti di cosa? Del riscaldamento? Perchè non è pura oggettività dire che da 15 anni non c'è alcun riscaldamento? E chi sarebbero a quel punto i negazionisti?
    Comunque non voglio scendere in inutili e sterili polemiche, perchè questo è un topic prezioso che va preservato. Ma, apportare qualche elemento "di disturbo" secondo me non può che far bene alla imposizione sic et simpliciter di una impostazione considerata intoccabile ormai da un bel po' d'anni (e che ha mostrato tutti i suoi limiti). Perchè quindi non dare ampio respiro alla discussione ed inglobare anche visioni nuove, che tuttavia, attualmente sembrano meglio rispondere agli interrogativi sul clima attuale?
    http://www.climatemonitor.it/?p=32962
    Infatti trovo lo scetticismo una posizione assolutamente dignitosa che va al di sopra qualsiasi sospetto proprio in relazione alla sua essenza di relativismo scientifico. (l'unico che proprio non si può accusare di portare avanti gli interessi di qualcuno è proprio lo scettico)
    Spesso mi sono infuriato nei confronti di chi in questo forum ama appiccicare etichette come ''negazionista'' (e non parlo certamente di Marco Pifferetti sia chiaro), che è a mio modo di vedere una semplificazione offensiva di chi cerca di sviluppare una disputa di confronto tra idee.
    Talvolta qualcuno confonde la passione per la neve e per l'inverno come chiave di un determinato pensiero, io amo il freddo e la neve ma sicuramente quando affronto questioni climatologiche non sono influenzato da questa ''passione'' nel tentativo di cercare una verità
    Posseggo medie dal 1994/2013 leggere attentamente le avvertenze prima dell'uso

  11. #7001

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Località
    Narni 240 m (loc. Narni Scalo 120 m) prov. Terni
    Messaggi
    22,190

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da nivus56 Visualizza Messaggio
    Giusto! Però bisogna dire che l'enfasi messa in campo dai pro AGW è stata sicuramente più accentuata (è un eufemismo) rispetto all'"enfasi" di Grosso!
    l'enfasi di Grosso è una goccia nell'oceano di fronte alle caterve di enfasi pro-riscaldamento drammatizzato propagandato da decenni. E' una risposta saccente alla saccenza di chi pensava già di saper tutto e lo spacciava come certo e reale. In tutto questo ha giocato, e gioca, un ruolo importante la questione "mediatica" della vicenda, quei classici titoli da prima pagina che servono per riempire i giornali. Ma, a parte ciò, non ho visto nemmeno negli istituti ufficiali una certa prudenza nel prevedere ambiti temporali così grandi e complessi, limitandosi semplicemente a giudicare il fattore antropico come l'unico vero e giusto. E qui sta secondo me l'errore. Tipo il risalto mediatico enorme dato allo sciogliemento totale dei ghiacci artici, o dell'aumento in pochi anni di gradi (e non decimi di grado) della temperatura globale. Ma questa è un'altra storia...e di certo non possiamo essere noi, semplici osservatori amatoriali, a dire a questi signori come debbono impostare la loro scienza. Al massimo possiamo osservare e far notare gli errori (se ce ne sono).

  12. #7002

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Meschiari Visualizza Messaggio
    E scusate, come ce lo spieghiamo questo?

    Northern hemisphere weekly snow cover since January 2000 according to Rutgers University Global Snow Laboratory. The thin blue line is the weekly data, and the thick blue line is the running 53 week average (approximately 1 year). The horisontal red line is the 1972-2012 average. Last week shown: week 35 in 2013. Last figure update 9 September 2013.
    spiegare cosa? da grafici del genere non si capisce un tubo,se almeno convertissero i dati in anomalie.....
    ☞☠☠☠☠☠☜

  13. #7003

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Da qui parrebbe che la Terra si stia scaldando sempre piu' in fretta:
    http://www.meteoweb.eu/2013/09/clima...pporto/227673/

  14. #7004

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Cesare1952 Visualizza Messaggio
    Da qui parrebbe che la Terra si stia scaldando sempre piu' in fretta:http://www.meteoweb.eu/2013/09/clima...pporto/227673/
    Se hai seguito i post precedenti, si parlava proprio del famigerato IPCC....
    L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono.

  15. #7005

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    articolo che aggiunge poco alla discussione, come quello di Grosso.
    Anzi non aggiunge proprio nulla.
    Ho scoperto su MNW, in questi giorni e cosa che non sapevo prima, che il riscaldamento previsto al dall'IPCC nei suoi rapporti è di 0.1° per decennio nel miglior scenario ipotizzato.
    Allora mi sfugge qualcosa. Perchè si divulgano le notizie in questo modo?
    Perchè non si pubblicano le notizie per quello che sono nel bene o nel male?
    Perchè il presidente del WWF non si preoccupa dello scempio delle centrali a Biomassa in Maremma?
    Perchè invece di parlare dell'IPCC non si parla di ecosostenibilità strutturale?
    Perchè si parla di ecosostenibilità e poi si tace sulla Green economy che di green ha solo il bollino??

  16. #7006

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Località
    Narni 240 m (loc. Narni Scalo 120 m) prov. Terni
    Messaggi
    22,190

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    articolo che aggiunge poco alla discussione, come quello di Grosso.
    Anzi non aggiunge proprio nulla.
    Ho scoperto su MNW, in questi giorni e cosa che non sapevo prima, che il riscaldamento previsto al dall'IPCC nei suoi rapporti è di 0.1° per decennio nel miglior scenario ipotizzato.
    Allora mi sfugge qualcosa. Perchè si divulgano le notizie in questo modo?
    Perchè non si pubblicano le notizie per quello che sono nel bene o nel male?
    Perchè il presidente del WWF non si preoccupa dello scempio delle centrali a Biomassa in Maremma?
    Perchè invece di parlare dell'IPCC non si parla di ecosostenibilità strutturale?
    Perchè si parla di ecosostenibilità e poi si tace sulla Green economy che di green ha solo il bollino??
    +0.1° per decennio, per miglior scenario intendi quello più "fresco"? Di grafici dell'IPCC ne ho visti, e altro che +0.1° decennale...dai...attualmente dovremmo già essere diversi decimi di grado oltre il livello attuale. E' chiaro che le previsioni fin'ora (e fortunatamente) si sono rilevate errate. Vedremo ora nel nuovo rapporto cosa avranno scritto. Non che comunque la cosa mi interessi più di tanto, perchè già immagino...
    Per il resto hai detto cose giuste e molto spinose...ma, secondo me, molto più attinenti alla politica che alla climatologia.


  17. #7007

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Appunto tu hai dei dati, altre persone altri dati. Poi scappa fuori un range tra 0.1° e 4° e si fanno chiacchere buone per i forum, per le trasmissioni tv.

    Ma i dati allora quali sono???
    Ma la questione della strumentalizzazione della questione GW mi pare palese e non sposta di una virgola il quadro nebuloso che abbiamo sulla questione.

  18. #7008

    Data Registrazione
    Jan 2003
    Località
    Narni 240 m (loc. Narni Scalo 120 m) prov. Terni
    Messaggi
    22,190

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Appunto tu hai dei dati, altre persone altri dati. Poi scappa fuori un range tra 0.1° e 4° e si fanno chiacchere buone per i forum, per le trasmissioni tv.

    Ma i dati allora quali sono???
    Ma la questione della strumentalizzazione della questione GW mi pare palese e non sposta di una virgola il quadro nebuloso che abbiamo sulla questione.
    ma io sono d'accordo con te!! questione già affrontata qui http://forum.meteogiornale.it/showthread.php?t=70938
    se scrivi che l'aumento è previsto tra +0.1° e +4° non fa abbastanza notizia, se scrivi che la Terra è destinata ad aumentare di 4° e ci metti qualche bella immagine di distruzione e di animali morti vedi che audience!!!
    Detto questo, comunque, da quel che ho visto, anche lo scenario migliore dell'IPCC era sovrastimato. Perchè nessuno aveva previsto una stasi (anzi, dal 2005 ad oggi, calo) delle temperature. L'aumento era visto in un range tra modesto e forte.

  19. #7009

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Buonasera, ritorno dopo un paio di settimane di "purgatorio"......ho aperto personalmente un 3d sulla questione anche su MNW, volutamente un pò provocatorio visto che sono partito dalla proiezione dei cicli solari dell'astrofisico Abdsumatov nonchè dalla sua teoria di incipiente PEG da lui pronosticata....ovviamente non credo alla PEG incipiente nei termini espressi dall'astrofisico russo, però, sta di fatto, la sua proiezione sui cicli solari espressa ancora nel lontano 1980 si sta rivelando esatta...detto questo, il dibattito si è scatenato fra i pro AGW e i non AGW......ma l'elemento di fondo su cui poi ho basato anche il 3d è questo:
    si ritiene che un aumento di +1° medio negli ultimi 150 anni e quindi rispetto alla fine di un periodo recente molto freddo, rappresenti un qualcosa di così allarmante tanto da scatenare tutto il battage mass mediatico (e non) nonchè fiumi di denaro spesi per consessi e convegni sul climate change così come si è verificato negli ultimi 15/20 anni ??

    Questo è l'elemento di fondo su cui occorrerebbe confrontarsi, ben consci che sul GW ne girano di tutti i colori nonchè del fatto che il 50% circa di tale +1° MEDIO si è verificato dalla fine degli anni 70 alla fine degli anni 90 (20/25 anni circa) guarda caso in un periodo in cui l'attività MEDIA del sole è stata ai suoi massimi mai osservati prima.....per me è questo l'bbiettivo di fondo su cui discutere nella maniera più obbiettiva e meno dogmatica possibile.

    la mia posizione ormai la conoscete, NON credo alla buona fede del mondo scientifico e non ho mai capito perchè di fronte a certe vere e proprie esasperazioni mass mediatiche sul tema GW, non ci sia MAI e dico MAI stata una presa di posizione netta e decisa del mondo scientifico che studia il climate change per smentire tutto quello che mass mediaticamente ci è stato e ci viene ancora propinato.........e non capisco perchè in certi consessi scientifici (da ultimo quello dell'IGV) si spaccino vere e proprie falsità assolute (nello specifico quella legata al fatto che anche in Antartico i ghiacci si stiano assottigliando e che anche in Antartico la t media stia aumentando...).
    Marco P.

    Presente anche su:

    http://www.meteotime.net/

  20. #7010

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    bentornato marco
    la caldofilia della "ggente" è di una banalità nauseante, così come è banale la freddofilia pecoreccia della maggior parte dei forumisti (confucio)

    http://forum.serenissimameteo.it/forum.php

  21. #7011

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Africa Visualizza Messaggio
    spiegare cosa? da grafici del genere non si capisce un tubo,se almeno convertissero i dati in anomalie.....
    bo, a me sembra chiaro...
    assenza di trend
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  22. #7012

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Incredibile, ma tocca proprio a me la difesa dell'AGW.
    Io leggo interventi privi di basi scientifiche, spinti solo dall'emotività e da un presunto dovere di difesa della verità.
    Sarebbe utile che si usassero nelle discussioni sulla scienza solo le armi del dibattito scientifico, cioè le tesi dei paper, i dati, i grafici, ovviamente segnalandone la fonte in modo chiaro, utilizzate per sostenere una posizione argomentata.

    Sennò si trasforma tutto in chiacchera.
    E di sentir parlare di PEG imminente o di un fantomatico aumento di +4°C non mi interessa...
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  23. #7013
    L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    campagna Est di Modena, 30 m. s.l.m.
    Messaggi
    2,376

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio

    L'economia che conta, gira intorno al petrolio, al carbone e al gas; a qualunque governo conviene essere in perfetto accordo con queste lobby .
    Poi che ci siano interessi anche dietro la sostenibilità ambientale, passando per le rinnovabili, è altrettanto ovvio, però i numeri sono diversi; in ogni cambiamento c'è comunque qualcuno che guadagna e qualcuno che perde.
    Anche se non voglio parlare di grafici, mi sento ugualmente di condividere questa affermazione. Chi cita continuamente la lobby delle economie verdi, sembra non accorgersi della sproporzione quantitativa rispetto al cartello dei petrolieri.

  24. #7014

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Anche se non voglio parlare di grafici, mi sento ugualmente di condividere questa affermazione. Chi cita continuamente la lobby delle economie verdi, sembra non accorgersi della sproporzione quantitativa rispetto al cartello dei petrolieri.
    si ma non è così semplice la storia per me, non è solo la lobby dei petrolieri vs la lobby delle pale eoliche e fotovoltaico, è proprio una rivoluzione, il passaggio da fossili a rinnovabili sarebbe una nuova rivoluzione industriale, coinvolgerebbe QUASI TUTTO il mondo economico-produttivo...

    esempio quando nelle foto si è passati dall'ottico al digitale, è stato cmq un motivo di crescita del mercato, anche se qualche produttore di ottica è sparito, o si è riciclato... capita, ma tutto fa brodo, più si fanno cose nuove e si rinnova il vecchio, e più l'economia viaggia...
    e ai mercati, al mondo finanziario-economico-industriale, poco importa se il fine è giusto, persino la guerra riesce a ripartire l'economia, che vuoi che sia una piccola bugia sul clima?
    diciamo che in questo caso del clima, alla fine siamo anche fortunati....
    e mò se mi dai del nichilista, aldo, mi incacchio, riesco persino ad essere ottimista pur cosciente che siamo a 90°
    la caldofilia della "ggente" è di una banalità nauseante, così come è banale la freddofilia pecoreccia della maggior parte dei forumisti (confucio)

    http://forum.serenissimameteo.it/forum.php

  25. #7015

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Meschiari Visualizza Messaggio
    Marco,
    ogni tanto però succede anche a te di non avere ragione.
    Diversi dati prestigiosi indicano che in Antartide non vi è stato alcuno aumento.
    Quindi andrei molto prudente nel dire che la T in Antartide è aumentata...
    Aldo, non mi interessa aver ragione..... però le cose vanno dette e credo di averle dette: la situazione è variegata, parliamo di un grande continente dove vi sono aree che tendono al raffreddamento e altre che si riscaldano rapidamente, qual'è l'andamento medio francamente non lo so, io però ho detto un'altra cosa, ho detto e documentato, che l'emisfero sud si è riscaldato, così come gli oceani meridionali, sul continente invece sta andando così:
    Antarctic_temp_trend_2007.jpg

    E tenendo conto del buco nella fascia di ozono e delle altre dinamiche citate da Randi, ci sta pure il raffreddamento della parte orientale, ma da qui a dire che l'Antardide è la dimostrazione della scarsa rilevanza AGW (Sandro) c'è una bella differenza

  26. #7016
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,232

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    E di sentir parlare di PEG imminente o di un fantomatico aumento di +4°C non mi interessa...
    Manco a me !

    Meglio studiarsi le cose piano piano, osservare la realta' che si srotola .... questo TD nacque come GW Monitoring, cioe' l'osservazione nel tempo che scorre, le idee connesse alla realta', che ne pensa la scienza ecc... ecc... le previsioni le lasciamo ai maghi !

    Intanto certificato l'avvenuto minimo artico, il 6° piu' basso ma molto oltre il mil. di km2 in piu' rispetto allo scorso minimo assoluto:


  27. #7017
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,232

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    ....E tenendo conto del buco nella fascia di ozono e delle altre dinamiche citate da Randi, ci sta pure il Raffreddamento della parte orientale, ma da qui a dire che l'Antardide è la dimostrazione della scarsa rilevanza AGW (Sandro) c'è una bella differenza
    E che c'entra il buco dell'ozono ? Manco sanno come era prima ! Manco sanno che e' ! ... e manco hanno capito xche' non e' + cresciuto .... si i CFC, un bel sogno per scienziati che non sanno dove guardare ! E' El Chichon che ha creato il buco dell'Ozono, allargato in realta', c'e' sempre stato l'assottigliamento !!!
    E impatta solo un paio di mesi ..... e chi lo dice che "ci sta" un "raffreddamento della parte orientale" ?
    Qualcuno che s'e' svejato male ? La carenza di ozono ha una componente riscaldante e una raffreddante e feedback altamente non pronosticabili a livello di temperatura ! E perche' mai dovrebbe impattare la parte orientale ????

    E butta quella cartina, non serve a niente, servono solo i dati troposferici, al suolo va da tutte le parti e in modo del tutto senza trend, in ogni luogo !

    Si Marco, e' un bel problema per la Scienza. In quei luoghi la quota parte di impatto della CO2 e' MASSIMA su tutta la terra (manca l'H2O e pure poco ozono), ma non si misura un accidenti di niente negli ultimi 50 anni !!!

  28. #7018

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da rameca Visualizza Messaggio
    la domanda resta sempre come mai non è stata messa in conto nel rapporto di qualche anno fa????...non condivido questo approccio di sposare la teoria dell'AGW perchè è la meno peggiore, secondo me c'è molta ottusità e supponenza tra questa cricca di climatologi
    Non voglio entrare nel merito delle tue opinioni sul mondo scientifico, provo però a rispondere alla tua domanda: le proiezioni IPCC come puoi vedere sono segmenti di retta con margini di errore, infatti indicano solo un linea di tendenza prevista, non potevano tener conto delle ciclicità naturali nè degli eventi imprevedibili.
    hi4n.jpg
    C'era tuttavia, anche chi aveva previsto il rallentamento dovuto ai cicli oceanici
    KeenlysideFig4.jpg

  29. #7019

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Aldo, non mi interessa aver ragione..... però le cose vanno dette e credo di averle dette: la situazione è variegata, parliamo di un grande continente dove vi sono aree che tendono al raffreddamento e altre che si riscaldano rapidamente, qual'è l'andamento medio francamente non lo so, io però ho detto un'altra cosa, ho detto e documentato, che l'emisfero sud si è riscaldato, così come gli oceani meridionali, sul continente invece sta andando così:
    Antarctic_temp_trend_2007.jpg

    E tenendo conto del buco nella fascia di ozono e delle altre dinamiche citate da Randi, ci sta pure il raffreddamento della parte orientale, ma da qui a dire che l'Antardide è la dimostrazione della scarsa rilevanza AGW (Sandro) c'è una bella differenza
    No Marco, la situazione è variegata ma nel senso che alcune misure non mostrano alcun incremento: i dati SAT, le HadCrut terrestri, diverse stazioni in loco.
    Quindi non si può affermare che l'Antartide si è scaldato. quanto meno si dovrebbe asserire che non vi è una visione unanime, e quindi scientificamente non vi è una parola definiva.
    Ameno che volgiamo buttare nel cesso UAH, RSS, Hadlet e le principali stazioni antartiche come Vostok...
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  30. #7020

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Manco a me !

    Meglio studiarsi le cose piano piano, osservare la realta' che si srotola .... questo TD nacque come GW Monitoring, cioe' l'osservazione nel tempo che scorre, le idee connesse alla realta', che ne pensa la scienza ecc... ecc... le previsioni le lasciamo ai maghi !

    Intanto certificato l'avvenuto minimo artico, il 6° piu' basso ma molto oltre il mil. di km2 in piu' rispetto allo scorso minimo assoluto:
    quoto in pieno e sottolineo tale affermazione.
    spesso vengo accusato dagli AGWisti di non avere un comportamento coerente perchè seguo passo dopo passo le dinamiche del GW.
    Ma io sospetto che vogliano dire che non mi inserisco nella visione finalistica che c'è dietro...
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •