Il post.it

Pagina 294 di 299 PrimaPrima ... 194244284290291292293294295296297298 ... UltimaUltima
Risultati da 8,791 a 8,820 di 8959

Discussione: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

  1. #8791

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Si, aumento, non accellerazione, hai presente la differenza no ? La differenza e' che c'e' decellerazione NON accellerazione. Ho postato i dati, mi sembrano chiari non credi ? Vuol dire che il titolo di quell'articolo e' FALSO. Tutto qui.

    P.S. posti dati solari di 0,25 w/m2 .... e 0,2 watt/m2 (o meno) sono gli oceani .....
    Ma quell'articolo lo considero come spunto non come argomento di discussione. Io l'ho letto cercando i riferimenti e poi sono passato direttamente a ragionare sulla pubblicazione di Levitus. Discutibile, se vuoi, anche quella ma siamo su un altro livello.

    PS: accelerazione e decelerazione con una sola l. Ho visto gente bocciata allo scritto di fisica I senza che gli venisse corretto il compito per un errore come questo. (Il prof. era proprio uno str.nzo)

  2. #8792
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da moloch Visualizza Messaggio
    Ma quell'articolo lo considero come spunto non come argomento di discussione. Io l'ho letto cercando i riferimenti e poi sono passato direttamente a ragionare sulla pubblicazione di Levitus. Discutibile, se vuoi, anche quella ma siamo su un altro livello.

    PS: accelerazione e decelerazione con una sola l. Ho visto gente bocciata allo scritto di fisica I senza che gli venisse corretto il compito per un errore come questo. (Il prof. era proprio uno str.nzo)
    Levitus esiste, quell'articolo invece non esiste come non esistono tutta una marea di stron.zate che scrivono su blog similari, italiani e esteri. .

  3. #8793

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Levitus esiste, quell'articolo invece non esiste come non esistono tutta una marea di stron.zate che scrivono su blog similari, italiani e esteri. .
    I blogger possono usare linguaggi coloriti a sproposito, ciò che conta però sono gli studi a cui fanno riferimento, questo è uno (basta darsi la pazienza di guardare i link e ne saltano fuori tanti altri):
    http://onlinelibrary.wiley.com/doi/1...grl.50382/full

  4. #8794

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Ci aspetta un futuro catastrofico:
    http://www.repubblica.it/ambiente/20.../?ref=HREC1-13
    Meglio cosi': le Guerre Mondiali sono arrivate con previsioni rosee di progresso della "Belle Epoque" (Prima Guerra Mondiale) e
    "pace per la nostra epoca" (Lord Chamberlain 1 anno prima della II Guerra Mondiale).

  5. #8795

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Cesare1952 Visualizza Messaggio
    Ci aspetta un futuro catastrofico:
    http://www.repubblica.it/ambiente/20.../?ref=HREC1-13
    Meglio cosi': le Guerre Mondiali sono arrivate con previsioni rosee di progresso della "Belle Epoque" (Prima Guerra Mondiale) e
    "pace per la nostra epoca" (Lord Chamberlain 1 anno prima della II Guerra Mondiale).
    e la colpa di cose che cmq sono sempre avvenute di chi è? ma della cattivissima c02 ovviamente ...
    non per caso del fatto che cresciamo troppo, che abitiamo in posti rischiosi, che inquiniamo, deforestiamo, non siamo capaci di adattarci ai cambiamenti? ma noooo...
    "clima malato" o uomo malato? io sarei per la seconda... ma malato nella capa però

  6. #8796

  7. #8797

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da fatur Visualizza Messaggio
    e la colpa di cose che cmq sono sempre avvenute di chi è? ma della cattivissima c02 ovviamente ...
    non per caso del fatto che cresciamo troppo, che abitiamo in posti rischiosi, che inquiniamo, deforestiamo, non siamo capaci di adattarci ai cambiamenti? ma noooo...
    "clima malato" o uomo malato? io sarei per la seconda... ma malato nella capa però
    Vedo che sei venuto dalla mia parte, certo che la colpa è dell'uomo, di chi se no?

  8. #8798

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Vedo che sei venuto dalla mia parte, certo che la colpa è dell'uomo, di chi se no?
    la colpa è un concetto umano, ergo è sempre colpa dell'uomo, la natura se ne frega di queste cose, manco se le chiede...
    cmq ho sempre pensato che siamo dei guastatori di pianeti, è che gli altri sono lontani e c'è poco sopra da guastare, sennò hai voglia
    il clima però non mi pare guasto, fa il suo mestiere, che è oscillare, cambiare, facendo imbestialire i bipedi

  9. #8799
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Grazie, lo aspettavo.

  10. #8800

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da fatur Visualizza Messaggio
    la colpa è un concetto umano, ergo è sempre colpa dell'uomo, la natura se ne frega di queste cose, manco se le chiede...
    cmq ho sempre pensato che siamo dei guastatori di pianeti, è che gli altri sono lontani e c'è poco sopra da guastare, sennò hai voglia
    il clima però non mi pare guasto, fa il suo mestiere, che è oscillare, cambiare, facendo imbestialire i bipedi
    L'uomo che inquina e consuma troppe risorse è lo stesso che immette in un attimo in atmosfera il carbonio immagazzinato sotto terra dalla natura in milioni di anni, sono aspetti della medesima realtà.
    Una colonia di batteri si riproduce in modo esponenziale finchè ha cibo poi si estingue tra i propri rifiuti. Forse faremo così anche noi, però abbiamo una possibilità in più rispetto ai batteri che non conoscono il loro destino e non possono fare nulla per evitarlo.....
    images.jpg

  11. #8801
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Marco, dimentichi una cosa piuttosto importante: la AMO.
    E' vero che dal 2000 la media in zona ENSO e' diminuita rispetto ai 30 anni precedenti (di circa 0,3/4°) e dal 2007 in modo evidente e' entrata la fase PDO- (che raffredda gli inverni del NH su eurasia e nord-america), questo e' un punto "raffreddante".
    Come parzialmente raffreddante e' la fase solare dal 2006 al 2012 (forte minimo solare), ora siamo sui massimi e in fase "scaldante".
    Sugli aerosol umani ho letto di tutto, non credo proprio che siano raffreddanti e comunque sono molto parziali e la dove esistono (Cina) la UHI e' diventata impressionante, fino a 9° di differnza tra centro citta' e zone rurali nelle estati !!! (su questo c'e' uno studio cinese), dove c'e' inquinamento e aerosol umani non raffredda proprio niente, si scalda e molto xche' ci sono particelle "grosse" che si scaldano (es. black carbon).

    Ma si dimentica sempre una cosa fondamentale: dal 1998 siamo in fase MASSIMA della AMO, questo vuol dire che tutto il NH ha una forzante interna di 0,3/6° (atlantico, aree limitrofe, vapore d'acqua su tutto l'emisfero, diminuzione ghiacci artici e quindi meno albedo, ecc...) al lavoro. Siamo sui massimi in superficie e il calo dovrebbe essere anche partito dal 2007, in concomitanza con lo switch della PDO, pero' la cosa e' lentissima e va a balzi e nel 2010 abbiamo avuto addirittura la punta record.

    Quindi quello che si nota nei dati e':
    - tendenza piatta negli ultimi 15 anni
    - tendenza al lieve calo dal 2003/7

    ... e questo con la AMO al massimo ..... ecco perche' cala "poco".

    La AMO ha ciclo lungo, in superficie il calo si vedra' con lo smoothing tra qualche anno, ma la massa sta raffreddando:



    P.S. l'articolo e' una "cag.ata", il titolo parla di "accellerazione" ..... e' un malato di mente l'autore, o un sognatore.
    Proprio dall'AR5 IPCC appena uscito mostro un grafico che spiega perche' ho risposto cosi':

    ssh.jpg

    Questa e' la Specific humidity, umidita' specifica che ci mostra come l'andata in positivo, nel 1994, e ai massimi, nel 1998, della AMO si noti nella distribuzine della H.S. ... l'acqua, ricordo, e' di graaan lunga il + forte GHC terrestre.

    Ora magari capite xche' non e' calata molto la temperatura dal 2007 (switch PDO) o dal 2003 (ultimo massimo solare con calo successivo).
    Grazie IPCC.

  12. #8802

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Proprio dall'AR5 IPCC appena uscito ...
    ma l'AR5 era già disponibile dall'autunno scorso. E' qui: http://www.climatechange2013.org/report/full-report/ scaricabile in capitoli per esempio o c'è anche qualcosa d'altro più recente?

    L'aumento di umidità è correlato sul lungo periodo con l'incremento di energia nel sistema che in parte viene spesa per l'evaporazione. E c'era anche un bel capitolo sull'incertezza del ruolo delle nubi come feedbacks nel sistema. Se ho tempo stasera lo vado a rivedere. Cap7 Clouds and Aerosols.

    Ma dovendo ragionare anche su tempi lunghi in quale caso sarebbero falsificate le tue ipotesi?

  13. #8803

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Proprio dall'AR5 IPCC appena uscito mostro un grafico che spiega perche' ho risposto cosi':

    ssh.jpg

    Questa e' la Specific humidity, umidita' specifica che ci mostra come l'andata in positivo, nel 1994, e ai massimi, nel 1998, della AMO si noti nella distribuzine della H.S. ... l'acqua, ricordo, e' di graaan lunga il + forte GHC terrestre.

    Ora magari capite xche' non e' calata molto la temperatura dal 2007 (switch PDO) o dal 2003 (ultimo massimo solare con calo successivo).
    Grazie IPCC.
    Vedo che passa il tempo....perdi il pelo ma non il vizio del ribelle "emarginato" .........

    ovvero quello di approcciare a questa materia a forza di "titoli"...poggiandoti su concetti noti e ben assimilati...anche dai più acerrimi sostenitori AGW...trasformati in spallate.

    a questi titoli poi non corrisponde mai quel grado di approfondimento ed allargamento concettuale tali da trasformare il "titolo" in contributo significativo ed esaustivo alle proprie convinzioni no-AGW.

    e tutto sempre e solo basato sulla filosofia della correlazione.

    Vabbè ognuno arriva dove può.
    L'intuito è la più grande qualità di un ricercatore scienziato...
    L'intuito non sempre raccoglie frutti e consensi nell'immediato

  14. #8804

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Proprio dall'AR5 IPCC appena uscito mostro un grafico che spiega perche' ho risposto cosi':

    ssh.jpg

    Questa e' la Specific humidity, umidita' specifica che ci mostra come l'andata in positivo, nel 1994, e ai massimi, nel 1998, della AMO si noti nella distribuzine della H.S. ... l'acqua, ricordo, e' di graaan lunga il + forte GHC terrestre.

    Ora magari capite xche' non e' calata molto la temperatura dal 2007 (switch PDO) o dal 2003 (ultimo massimo solare con calo successivo).
    Grazie IPCC.
    L'umidità specifica aumenta con la temperatura, l'aria calda può contenere più vapore acqueo e di fatto lo fa perchè aumenta l'evaporazione.
    Il grafico è molto interessante, ma non sorprende: nel periodo considerato, c'è mediamente un trend all'aumento, poi sul breve periodo sono evidenti le influenza delle variabili prevalentemente naturali, nino in particolare.

  15. #8805
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    L'umidità specifica aumenta con la temperatura, l'aria calda può contenere più vapore acqueo e di fatto lo fa perchè aumenta l'evaporazione.
    Il grafico è molto interessante, ma non sorprende: nel periodo considerato, c'è mediamente un trend all'aumento, poi sul breve periodo sono evidenti le influenza delle variabili prevalentemente naturali, nino in particolare.
    Marco, prova, ... per una volta ..., a leggere le cose senza i paraocchi e i paraorecchie (la cosa vale anche x Maurizio).

    Osserva il grafico della distribuzione ..... nel senso di .... OSSERVALO ..... stop. Ho detto tutto. Dopo che l'hai osservato spiegami perche' il massimo della densita' la trovi sull'oceano atlantico e con le westerlies verso est ..... si aumenta con la temperatura, e aumenta soprattutto col Nino (grafico numerico) e con il riscaldamento atlantico.

    A me non interessa la teoria della correlazione (Maurizio, che caxxo e' ?), mi interessa l'analisi della realta', e la realta' parla chiarissimo.... almeno a me.

  16. #8806

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Marco, prova, ... per una volta ..., a leggere le cose senza i paraocchi e i paraorecchie (la cosa vale anche x Maurizio).

    Osserva il grafico della distribuzione ..... nel senso di .... OSSERVALO ..... stop. Ho detto tutto. Dopo che l'hai osservato spiegami perche' il massimo della densita' la trovi sull'oceano atlantico e con le westerlies verso est ..... si aumenta con la temperatura, e aumenta soprattutto col Nino (grafico numerico) e con il riscaldamento atlantico.

    A me non interessa la teoria della correlazione (Maurizio, che caxxo e' ?), mi interessa l'analisi della realta', e la realta' parla chiarissimo.... almeno a me.
    AMO positiva influenza certamente l'umidità sull'Atlantico, chi lo nega, però è entrata in fase positiva a metà anni 90 mentre l'aumento dell'umidità si manifesta almeno dal 1970. AMO positiva rafforza il gw quindi anche l'umidità specifica ma è evidente che c'è ben altro dietro l'aumento termico.
    800px-Atlantic_Multidecadal_Oscillation_svg.jpg
    Allegato 131539
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  17. #8807
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Certo Marco, nel 1976 c'e' il climate shift oceanico che si manifesta immediatamente nella zona ENSO, da allora al 2007 PDO positiva con enso medio di circa 0,4° sopra il trentennio precedente. Allora la spinta forte fu dovuta al salto netto che ci fu da un lungo periodo Nina (74-76) al lungo peirodo positivo successivo.
    La AMO in quella occasione non mise alcun contributo anomalo, era ai minimi .... il suo contributo si e' andato manifestando nel tempo con la sua crescita e dal 98 e' sui massimi ... ora in incipiente calo.

    Cosa succede durante le fasi PDO+ e AMO crescente e' facile da osservare:




    Certo che non basta a spiegare tutti i meccanismi climatici, queste sono le pulsazioni di medio periodo ..... su periodi piu' lunghi c'e' sempre Lui (il grafico TSI e' solo l'icona solare, il Sole si esplica sulle sue diverse lunghezze d'onda, sui feedback sul sistema, biologico e climatico):




    This historical reconstruction of TSI is based on that used in the IPCC AR5 Working Group’s Assessment Report and based on TSI reconstructions by Krivova et al. (JGR 2010) and Ball et al. (A&A, 2012). The values from their SATIRE model have been offset -0.30 W/m2 to match the SORCE/TIM measurements during years of overlap and then extended using SORCE/TIM annual averages from 2003 onward. The historical reconstruction provided here was computed by G. Kopp using TIM V.15 data in February 2014, and is updated annually as new TIM data are available.

  18. #8808

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Altro annuncio di catastrofe:
    http://www.meteoweb.eu/2014/03/clima...europa/273115/
    (ce ne e' uno tutti i giorni).

  19. #8809

    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cesano di senigallia dal 3 lugliio 2011 prima sempre rimini dalla nascita
    Messaggi
    1,591

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Il mitico inverno americano 13-14 tra fantasie e realtà:

    http://climafluttuante.blogspot.it/2...f-decline.html
    Bravo, stavo per scrivere la stessa cosa!
    Il grafico postato dove si deduce che negli Usa il semestre freddo è stato il terzo più freddo di sempre è completamente ERRATO!
    In realtà l'inverno 13-14 in Usa è stato il 34esimo più freddo dal 1900 e se prendiamo il semestre la stuazione non cambia di molto.
    ho sete! sono romagnolo....

  20. #8810

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Bravo, stavo per scrivere la stessa cosa!
    Il grafico postato dove si deduce che negli Usa il semestre freddo è stato il terzo più freddo di sempre è completamente ERRATO!
    In realtà l'inverno 13-14 in Usa è stato il 34esimo più freddo dal 1900 e se prendiamo il semestre la stuazione non cambia di molto.
    Non mi sono mai scomodato durante l'inverno a dare molta attenzione alle vicende climatiche Nord Americane....
    anzi a suo tempo postai una mappa dalla quale si evinceva la normale attitudine media delle terre Canadesi-americane a freddarsi durante l'inverno per motivi strutturali. Ovviamente alcuni anni riesce di più alcuni anni riesce di meno.
    Quest'anno è andata più fredda della media...

    ma nulla di rilevante da segnalare...se non quello che ha aggiunto Marco e tu come commento.

    Oh qui mettiamocelo in testa una volta per tutte che per chi vuole essere informato correttamente Marco Pifferetti è una preziosa sorgente....di informazioni che spesso rimettono a posto la caciara creata dai "confusionisti"...chiamarli negazionisti o scettici sarebbe un complimento.
    L'intuito è la più grande qualità di un ricercatore scienziato...
    L'intuito non sempre raccoglie frutti e consensi nell'immediato

  21. #8811

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Certo Marco, nel 1976 c'e' il climate shift oceanico che si manifesta immediatamente nella zona ENSO, da allora al 2007 PDO positiva con enso medio di circa 0,4° sopra il trentennio precedente. Allora la spinta forte fu dovuta al salto netto che ci fu da un lungo periodo Nina (74-76) al lungo peirodo positivo successivo.
    La AMO in quella occasione non mise alcun contributo anomalo, era ai minimi .... il suo contributo si e' andato manifestando nel tempo con la sua crescita e dal 98 e' sui massimi ... ora in incipiente calo.

    Cosa succede durante le fasi PDO+ e AMO crescente e' facile da osservare:




    Certo che non basta a spiegare tutti i meccanismi climatici, queste sono le pulsazioni di medio periodo ..... su periodi piu' lunghi c'e' sempre Lui (il grafico TSI e' solo l'icona solare, il Sole si esplica sulle sue diverse lunghezze d'onda, sui feedback sul sistema, biologico e climatico):




    This historical reconstruction of TSI is based on that used in the IPCC AR5 Working Group’s Assessment Report and based on TSI reconstructions by Krivova et al. (JGR 2010) and Ball et al. (A&A, 2012). The values from their SATIRE model have been offset -0.30 W/m2 to match the SORCE/TIM measurements during years of overlap and then extended using SORCE/TIM annual averages from 2003 onward. The historical reconstruction provided here was computed by G. Kopp using TIM V.15 data in February 2014, and is updated annually as new TIM data are available.
    Vorrei rammentarti che non stai ricostruendo la storia di un "giallo" elettrizzante dove c'è un colpevole ed una vittima.da trovare...
    stai trattando di una scatola energetica il cui bilancio energetico tra acquisizione e rilascio è andato via via aumentando fino ai giorni nostri anche se le temperature si sono un pò mitigate...

    il giallo, i personaggi..devi sempre inquadrarli in questo background di energia accumulata in crescendo...

    tu cerchi di attribuire ai personaggi...una colpa che non hanno direttamente...in quando tutta la loro dinamica è influenzata dal bilancio di calore del pianeta.
    L'intuito è la più grande qualità di un ricercatore scienziato...
    L'intuito non sempre raccoglie frutti e consensi nell'immediato

  22. #8812

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Anguillasnow Visualizza Messaggio
    Vorrei rammentarti che non stai ricostruendo la storia di un "giallo" elettrizzante dove c'è un colpevole ed una vittima.da trovare...
    stai trattando di una scatola energetica il cui bilancio energetico tra acquisizione e rilascio è andato via via aumentando fino ai giorni nostri anche se le temperature si sono un pò mitigate...

    il giallo, i personaggi..devi sempre inquadrarli in questo background di energia accumulata in crescendo...

    tu cerchi di attribuire ai personaggi...una colpa che non hanno direttamente...in quando tutta la loro dinamica è influenzata dal bilancio di calore del pianeta.
    Vero, bravissimo Marco, ottima persona che ho avuto il piacere di incontrare più volte.
    Se volesse m i piacerebbe scrivere qualcosa con lui sulla neve emiliana.
    Ma Marco ha una dote che a molti manca: è cortese, gentile e mai arrogante...
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  23. #8813

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Certo Marco, nel 1976 c'e' il climate shift oceanico che si manifesta immediatamente nella zona ENSO, da allora al 2007 PDO positiva con enso medio di circa 0,4° sopra il trentennio precedente. Allora la spinta forte fu dovuta al salto netto che ci fu da un lungo periodo Nina (74-76) al lungo peirodo positivo successivo.
    La AMO in quella occasione non mise alcun contributo anomalo, era ai minimi .... il suo contributo si e' andato manifestando nel tempo con la sua crescita e dal 98 e' sui massimi ... ora in incipiente calo.

    Cosa succede durante le fasi PDO+ e AMO crescente e' facile da osservare:




    Certo che non basta a spiegare tutti i meccanismi climatici, queste sono le pulsazioni di medio periodo ..... su periodi piu' lunghi c'e' sempre Lui (il grafico TSI e' solo l'icona solare, il Sole si esplica sulle sue diverse lunghezze d'onda, sui feedback sul sistema, biologico e climatico):




    This historical reconstruction of TSI is based on that used in the IPCC AR5 Working Group’s Assessment Report and based on TSI reconstructions by Krivova et al. (JGR 2010) and Ball et al. (A&A, 2012). The values from their SATIRE model have been offset -0.30 W/m2 to match the SORCE/TIM measurements during years of overlap and then extended using SORCE/TIM annual averages from 2003 onward. The historical reconstruction provided here was computed by G. Kopp using TIM V.15 data in February 2014, and is updated annually as new TIM data are available.
    Che AMO e PDO in fase tra loro diano un'impronta importante alla variabilità naturale della temperatura anche a livello globale, penso sia fuori discussione, ma non è questo il punto, è che a un certo punto i cicli si invertono quindi sul lungo periodo sono ininfluenti. Però c'è il Sole, giusto. Come vedi anche l'IPCC ne ha tenuto conto, (non come dicono le malelingue) anzi ha usato una ricostruzione che non è nemmeno tra le più favorevoli all'AGW.

  24. #8814

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Pifferetti Visualizza Messaggio
    Che AMO e PDO in fase tra loro diano un'impronta importante alla variabilità naturale della temperatura anche a livello globale, penso sia fuori discussione, ma non è questo il punto, è che a un certo punto i cicli si invertono quindi sul lungo periodo sono ininfluenti. Però c'è il Sole, giusto. Come vedi anche l'IPCC ne ha tenuto conto, (non come dicono le malelingue) anzi ha usato una ricostruzione che non è tra le più favorevoli all'AGW.
    Sono infatti esterrefatto da sta cosa: addirittura un watt in più rispetto alla PEG. Un cambiamento di rotta importantissimo.
    Il grafico si trova nel primo documento (sui fondamenti fisici) o nel secondo (sugli impatti) dellAR5?
    Redattore MeteoGiornale
    www.meteoacarpi.it
    http://www.zauberberger.it//
    Inverno più freddo: 1985, -24°C nella campagna carpigiana
    Inverno più nevoso: 2009/2010: 120 cm

  25. #8815
    L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    Roma - Mostacciano - Campo de Fiori
    Messaggi
    30,027

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Bravo, stavo per scrivere la stessa cosa!
    Il grafico postato dove si deduce che negli Usa il semestre freddo è stato il terzo più freddo di sempre è completamente ERRATO!
    In realtà l'inverno 13-14 in Usa è stato il 34esimo più freddo dal 1900 e se prendiamo il semestre la stuazione non cambia di molto.
    Vaglielo a spiegare a Monckton, i due dati non sono congruenti, Monckton parla di equinozio a equinozio, 21 settembre - 21 marzo.

    http://wattsupwiththat.com/2014/03/2...-in-a-century/

    In ogni caso Chicago conferma i 4 mesi (dicembre-marzo) piu' freddo mai registrato e come inverno il secondo dopo il 77

    PUBLIC INFORMATION STATEMENT
    NATIONAL WEATHER SERVICE CHICAGO IL
    937 AM CDT TUE APR 1 2014 /1037 AM EDT TUE APR 1 2014/

    ...COLDEST FOUR MONTH PERIOD ON RECORD IN CHICAGO...

    CHICAGO:

    THE IMPRESSIVE COLD THIS PAST WINTER CONTINUED DURING
    MARCH...WITH A MONTHLY AVERAGE TEMPERATURE OF ONLY 31.7 DEGREES
    FOR THE MONTH. THIS RANKS AS THE 19TH COLDEST MARCH ON RECORD IN
    CHICAGO. HOWEVER...OF EVEN MORE INTEREST IS THE FACT THAT WITH THE
    ABNORMALLY COLD MARCH ACROSS THE AREA...THIS MADE THE AVERAGE
    TEMPERATURE FOR THE DECEMBER THROUGH MARCH PERIOD IN CHICAGO 22.0
    DEGREES...WHICH IS THE COLDEST SUCH PERIOD ON RECORD FOR CHICAGO
    DATING BACK TO 1872!

    HERE IS A LIST OF THIS YEARS DECEMBER THROUGH MARCH AVERAGE
    TEMPERATURE RELATED TO THE OTHER COLDEST SUCH PERIODS ON RECORD
    IN CHICAGO:

    RANK AVERAGE YEAR
    DEC-MAR TEMP
    -----------------------------
    1. 22.0 2013-14
    2. 22.3 1903-04
    3. 22.5 1977-78
    22.5 1892-93
    5. 22.7 1978-79


    ROCKFORD:

    UNSEASONABLY COLD CONDITIONS ALSO OCCURRED IN ROCKFORD IN MARCH.
    THE AVERAGE MONTHLY TEMPERATURE WAS 29.6 DEGREES...WHICH WAS THE
    12TH COLDEST MARCH ON RECORD. THE DECEMBER THROUGH MARCH AVERAGE
    TEMPERATURE FOR ROCKFORD WAS 18.4 DEGREES. THIS RANKS AS THE 2ND
    COLDEST SUCH PERIOD ON RECORD IN ROCKFORD DATING BACK TO 1906.

    HERE IS A LIST OF THIS YEARS DECEMBER THROUGH MARCH AVERAGE
    TEMPERATURE RELATED TO THE OTHER COLDEST SUCH PERIODS ON RECORD
    IN ROCKFORD:

    RANK AVERAGE YEAR
    DEC-MAR TEMP
    -----------------------------
    1. 18.2 1977-78
    2. 18.4 2013-14
    3. 18.5 1978-79
    4. 19.1 1911-12
    5. 21.0 1981-82
    Trovarsi di fronte a fras di questo tipo, dopo anni e anni di discussioni di temperature, medie ...:
    si evinceva la normale attitudine media delle terre Canadesi-americane a freddarsi durante l'inverno per motivi strutturali.
    ... ma che caxxo vuol dire Maurizo ??? OGNI zona misura il suo andamento relativamente al SUO clima, una anomalia negativa e' negativa rispetta al QUEL clima, che caxxo vuoi che c'entra se una zona e' fredda o e' calda ??? Bho ... ma te rendi conto di quello che scrivi o no ?

    Che AMO e PDO in fase tra loro diano un'impronta importante alla variabilità naturale della temperatura anche a livello globale, penso sia fuori discussione, ma non è questo il punto, è che a un certo punto i cicli si invertono quindi sul lungo periodo sono ininfluenti. Però c'è il Sole, giusto. Come vedi anche l'IPCC ne ha tenuto conto, (non come dicono le malelingue) anzi ha usato una ricostruzione che non è nemmeno tra le più favorevoli all'AGW.
    Non e' propriamente cosi', i cicli oceanici, come quelli solari, hanno ciclicità di breve, di medio e di lungo termine, portanti e frequenze diverse. Si, finalmente l'IPCC ha fatto qualche passo avanti, grazie agli "scettici" che hanno lavorato in questi anni. Ne dovra' fare parecchi altri.

  26. #8816

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    ... Si, finalmente l'IPCC ha fatto qualche passo avanti, grazie agli "scettici" che hanno lavorato in questi anni. Ne dovra' fare parecchi altri.
    Io ringrazierei Krivova e Ball (insieme a tutti gli altri ricercatori). Ma non è che di volta in volta ci possiamo scegliere quelli che ci piacciono in base ad un pregiudizio.

    bal.jpg

  27. #8817

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Anguillasnow Visualizza Messaggio
    ....informazioni che spesso rimettono a posto la caciara creata dai "confusionisti"... chiamarli negazionisti o scettici sarebbe un complimento.
    scusami, ma questa è ignoranza della materia, come puoi mettere sullo stesso piano negazionisti e scettici?
    i primi negano il GW, i secondi dubitano sulle cause, sulla teoria IPCC nella parte che sostiene la sicurezza della forte influenza antropica sul GW, che non negano in quanto GW...

    ti rendi conto che teorizzi il pensiero unico su una teoria della quale non abbiamo prove reali, scientifiche, della sua affidabilità? eddai, almeno il dubbio ...

  28. #8818

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Meschiari Visualizza Messaggio
    Sono infatti esterrefatto da sta cosa: addirittura un watt in più rispetto alla PEG. Un cambiamento di rotta importantissimo.
    Il grafico si trova nel primo documento (sui fondamenti fisici) o nel secondo (sugli impatti) dellAR5?
    Il grafico lo trovi aggiornato qui: http://lasp.colorado.edu/home/sorce/data/tsi-data/

    Il report IPCC in cui se ne parla è quello sui fondamenti fisici del 2013, cap. 8.

  29. #8819

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da fatur Visualizza Messaggio
    scusami, ma questa è ignoranza della materia, come puoi mettere sullo stesso piano negazionisti e scettici?
    ...
    prima di tutto il concetto che tu, o chicchessia, associamo a negazionisti o scettici è assolutamente arbitrario e soggettivo....e molto legato alla contingenza, visto che nessuno di noi ha il 100% delle convinzioni ma tutto si snoda lungo un transetto che va dal nero la bianco passando per una infinita scala di grigi.

    quindi ti consiglio di non generalizzare con "regole" aggettivanti che non stanno in piedi e mettono in risalto una tua preparazione in materia scientifica molto "home made". Dubitare sempre dei pignoli del nulla.

    (scusa se uso questo tono, ma non conosco mai la preparazione del mio interlocutore, e posso solo e vincerla dagli interventi. Qualche volta mi sbaglio, certo...ma ma anche molti si sbagliano su di me, finchè è su un forum non me laprendo...può succedere )

    per me il negazionista è uno scettico o viceversa a seconda dello specifico argomento....

    Sandro è un negazionista del ruolo preponderante della Co2...??? adesso che vuoi obiettare??' che esiste una convenzione depositata in qualche Instituto Internazionale su chi è negazionista o scettico???

    dai su...

    Per il resto sulla teoria AGW, sposo l'approccio MP, leggo i lavori di una certa rilevanza...e li trovo sempre e solo da una parte...il resto nn mi interessa.
    L'intuito è la più grande qualità di un ricercatore scienziato...
    L'intuito non sempre raccoglie frutti e consensi nell'immediato

  30. #8820

    Re: nuovo td Global Warming e dintorni: dati e analisi

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Meschiari Visualizza Messaggio
    Vero, bravissimo Marco, ottima persona che ho avuto il piacere di incontrare più volte.
    Se volesse m i piacerebbe scrivere qualcosa con lui sulla neve emiliana.
    Ma Marco ha una dote che a molti manca: è cortese, gentile e mai arrogante...

    Pensa alle persone che hai il piacere di conoscere di persona....
    sul forum non conviene dare giudizi....perchè nonostante la buona educazione debba essere presente anche sui forum...
    il misunderstanding è dietro l'angolo....milioni e milioni di anni di evoluzione nella comunicazione verbale, chimica, comportamentale....la vogliamo gettare al cesso per 10 anni di comunicazione telematica????
    L'intuito è la più grande qualità di un ricercatore scienziato...
    L'intuito non sempre raccoglie frutti e consensi nell'immediato

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •